martedì 5 febbraio 2008

Dimenticavo che fosse inverno.

E lo dimenticavo perché quando ci sono venti gradi da venti giorni fai fatica a ricordare quel coso umido, terso e bianchiccio che chiamano inverno. Poi stamane le nuvole. E fino alle sei e quarantacinque più o meno era buio. Non so perché ma questo spettacolo atmosferico così lontano dalla sicilianità sanguigna che pervade ogni angolo del mio acido desossiribonucleico ha riportato alla mente stanca l'ultima pubblicità del dado (quello da cucina) che, cazzo, per esaltare il sapore delle verdure ci vuole il dado, e per esaltare il sapore della carne ci vuole il dado, per esaltare il sapore del pesce ancora dado. Ma non ha più sapore 'sta vita, che dobbiamo imbrattare tutto di dado? A me il dado ha sempre fatto impressione, anzi, non sempre, ma da quando una mia compagnetta delle elementari mi disse: io oggi mangio la pastina col dado. Ancora mi vengono i brividi. E dire che non sono uno che disprezza le sofistificazioni, dire che io sono quello dei biscotti col formaggio e dell'arancino freddo di frigo, del bianco e nero congelato e del tramezzino a tre piani. Però il dado no. Ma se in padella io butto peperoni, melanzane e patate a danzare allegre su un filo di olio extravergine di oliva, perchè dovrei esaltare qualcosa col dado? Che tra le altre cose 'sto dado pare essere per l'ottanta percento sale e per il quindici percento glutammato monosodico E621 (che è sale chiamato in un'altra maniera) oltre a grassi non meglio specificati e conservanti Q.B. Ma perchè, mi chiedo, il dado? Perché ungere le nostre belle pietanze con questo concentrato di tristezza? Se le verdure non hanno gusto sarebbe il caso di cambiare ortolano forse. Se invece siamo noi ad aver perso la capacità di gustare, beh... povera vita.
P.S. Tranquilli, in questo momento di nuovo diciannove gradi centigradi. E un po' di vento.

Etichette: , ,

8 Comments:

Blogger Gloutchov said...

Beh... qui ce n'è una decina di meno... e piove da stamattina!! :)

5/2/08 17:01  
Anonymous mari said...

hey ma che male c'è nel mangiare la pastina col dado???

5/2/08 19:50  
Blogger Franca said...

In tutte le pietanze no, ma nel brodo ci sta bene...

6/2/08 11:06  
Blogger marina said...

beh la minestrina con un po' di dado è meglio che di sola acqua. Se no ci va burro e parmigiano. Secondo il mio palato.
Comunque sappi e sappia il mondo che io il dado me lo faccio DA ME, sia di verdure che di carne ed è ottimo.
ciao marina

6/2/08 20:17  
Blogger Gianfranco said...

mari: la pastina col dado è il male!

franca: ma per il brodo puoi utilizzare le materie prime!

marina: anzitutto benvenuta! Poi: la minestrina è buona con un filo d'olio di oliva di quello buono, e al massimo una grattugiatina di parmigiano!

6/2/08 20:53  
Blogger marina said...

mai sentito che "de gustibus....?
va beh a te te la farò con olio e parmigiano ;-)
ciao marina

8/2/08 11:15  
Blogger guccia said...

Invidio i venti gradi, non il dado. La cultura (anche gastronomica) a volte produce mostri. Esaltiamo i sapori perché non siamo più capaci di sentire la semplicità. Io salo sempre pochissimo.

8/2/08 16:27  
Blogger Gianfranco said...

guccia: io salo quasi nulla, attirandomi le ire dei commensali :)

12/2/08 10:40  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home