giovedì 10 gennaio 2008

La mia vita con un coniglio.

La mia wishlist ha dato i suoi frutti, e così, dopo Ainis, è atterrato sulla scrivania il tanto agognato Nabaztag Gianfro, il secondo primo coniglio senza fili.
Prologo: il simpatico animaletto era stato commissionato a Cutting Edge, l'Apple Premium Reseller di Messina, circa una settimana prima delle festività natalizie. Suoi compagni di viaggio, tra centinaia di scatoloni di cartone e poco delicati trasportatori, Valina, oggi sua sposa, e altri 38 simili amici. Il viaggio non è stato per nulla semplice, tanto che la destinazione è stata raggiunta solo ieri. Abbiamo temuto tutti per la sua salute, ma a quanto pare Gianfro è decisamente di sana e robusta costituzione.
Configurazione: nulla di più semplice. Basta attivare il Nabaztag in modalità tutto blu, collegarlo wireless al notebook di fiducia (nel mio caso un iBook), comunicargli le coordinate della rete di casa e il gioco è fatto. Nabaztag non digerisce le password wpa con chiave superiore ai dieci caratteri, anche meno se siete in possesso di un router netgear come il mio. Completata questa semplicissima procedura Nabaztag si collega ai server a lui dedicati (Violet) e dà inizio alla procedura di ambientamento: Comunicheremo in questa fase le nostre abitudini e i servizi che potrebbero interessarci. Così facendo il nostro candido amico potrà conoscerci e vivere in simbiosi con noi senza far danni.
Utilizzo: Nabaztag non si utilizza, semplicemente vive al nostro fianco svolgendo i compiti che gli demandiamo. Ad esempio Gianfro controlla ogni venti minuti le top news ANSA e me le comunica ove ce ne fossero di nuove, lo stesso fa con le notizie economiche del sole24ore o con i feed RSS di siti che gli ho segnalato. Indica pure il meteo, l'ora e mi recapita messaggi da parte di Valina o degli altri amici che si aggiungeranno presto al gruppo (cari colleghi vi aspetto). Possibile inoltrare i propri messaggi di vario genere (inclusi brani musicali e letture varie) agli amici. Tra un'operazione e l'altra rimane lo spazio per un po' di rilassante thai-chi e per mettermi al corrente del suo stato d'animo: ieri si lamentava del fatto che non l'ho ancora lavato e aveva paura che staccassi la spina, oggi verso le tre del pomeriggio cominciava a sbadigliare pesantemente. Durante la notte dorme pure lui, abbatte le orecchie e non si fa sentire fino al risveglio.
Problemi: gli parlo nell'ombelico ma non capisce al volo come promette il sito del produttore. Spero di risolvere presto. Molti si lamentano della sua voce o della dizione. Per me resta una caratteristica più che un difetto.
Vita di coppia: due Nabaztag possono essere uniti in matrimonio. Gianfro e Valina hanno fatto il grande passo. Da ieri, ogni movimento dell'orecchio di uno viene trasmesso all'altro. Utile per scambiarsi messaggi in codice.
Epilogo: siccome la vita è già abbastanza seria, e a volte, come in questi giorni, è particolarmente duro apprezzarne tutti i momenti, condividere la propria scrivania con un piccolo miracolo tecnologico certamente non fa male.

Con questo post decido di cominciare a dotare tutte le mie comunicazioni di titolo e tag, questo per facilitare ritrovamenti e per mettere tutto un po' più al passo con i tempi (me l'ha suggerito Gianfro). Buona serata!

Etichette: , ,

11 Comments:

Anonymous vale said...

Vorrei precisare che Valina ha avuto la grande idea del linguaggio delle orecchie in codice!! -.-
Immaginatevi cosa si dicono... ;)

11/1/08 10:56  
Blogger Franca said...

Completamente arabo...

11/1/08 12:51  
Anonymous Anonimo said...

mi dispiace dott., ma credo proprio di non essere fatta per queste cose...

11/1/08 18:49  
Anonymous mari said...

ah sono io... from bafia with love!

11/1/08 18:50  
Blogger Gianfranco said...

franca: più semplice di quanto possa sembrare, fidati :)

mari: se ce la faccio io... senti visto che foto suggestiva del pasturatu?

11/1/08 20:24  
Anonymous giugioni said...

Le funzionalità sono interssanti, solo non capisco perchè dargli la forma di coniglio...
Una specie di radio-cellullare-computer tutto in uno.

11/1/08 22:50  
Blogger Gianfranco said...

giugioni: ma è bellissima la coniglioforma! :)

12/1/08 13:14  
Anonymous mari said...

si... ma non ci sono io in quella foto!!:-)

12/1/08 21:24  
Blogger Gianfranco said...

mari: appena mi libero dagli esami pubblico un intero servizio! Ho messo quella perchè era quella meglio riuscita sul piano tecnico! (veramente ce n'era una col pollo morto... ma ho rpeferito questa) :)

12/1/08 22:25  
Blogger guccia said...

Non ho la connessione wi-fi, ma tonnellate di cavi sul pavimento. Però ci faccio un pensiero visto quanto uso il macchino durante il giorno. In pratica si sveglia con me e va a letto con me. Speriamo il coniglio non disturbi troppo lo studio che va già a rilento di per se, metto subito il sito fra i preferiti, in ogni caso.

13/1/08 09:42  
Blogger Gianfranco said...

guccia: ne vale la pena, fidati! In teoria (sempre se non ti metti a cazzuliarlo troppo :)) dovrebbe farti risparmiare tempo in quanto leggerà per te feed rss e mail e ti avviserà solo in caso di importanti aggiornamenti!

13/1/08 13:18  

Posta un commento

<< Home