sabato 12 gennaio 2008

Quando si dice solidarietà.

A Cagliari monta la guerriglia urbana non si capisce bene se per l'immondizia napoletana o per ragioni calcistiche. Nel primo caso dovrebbe parlarsi di massiccia disinformazione, in quanto, come insegna la camorra, unitamente a tutta una serie di Paesi europei e qualche regione italiana, munnezza fa rima con ricchezza. Nel secondo caso, beh... Resta il fatto che si sprecavano le bandiere di quasi tutti i movimenti della destra italiana, così ligia al dovere e attenta alle regole. Mistero.
Non va meglio a Roma, e non va meglio alla sinistra italiana. Diciamo che in buona fede (ma proprio volendone immaginare tanta, ma proprio tanta), il consigliere comunale di Rifondazione Comunista Lucio Conte, ha presentato una mozione con la quale si richiedono scuolabus separati per i sudici bambini Rom, affinché con il loro turpe olezzo non possano contaminare gli angioletti italici pargoli.
Risparmio i commenti, tuttavia ritengo opportuno lasciarvi con uno stralcio della nostra sempre più dimenticata Costituzione. (Mio il grassetto).
Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Etichette: ,

9 Comments:

Blogger luigi said...

dottore onestamente se avessero mandato a messina la monnezza di Napoli mi sarei parecchio incaxxato pure io...chi è causa del suo male pianga se stesso e a parte quelli di cagliari che si vedono la monnezza arrivare non mi pare che qualche amministratore campano sia stato rimosso o qualche ex amministratore arrestato...se la portono a messina mi metto pure io a fare il teppista...

12/1/08 14:20  
Blogger magico_vinello said...

Eh si sono perfettamente d'accordo con luigi. Il fatto che faccia rima con ricchezza con vuol dire che tutti i problemi si possono risolvere così. Personalmente credo che abbiano fatto bene a fare guerriglia e sinceramente penso che anche tu nn rimarresti fermo e tranquillo se attraccasse una nave piena di immondizia nel porto di messina:)

12/1/08 14:51  
Blogger Gianfranco said...

luigi e magico: secondo me non avete ben chiara la questione: l'immondizia arrivata in sardegna, come quella che arriva in queste ore in molte altre zone d'Italia e che per anni è arrivata in Germania, non è che la mettono sotto il cuscino dei cittadini. Al contrario va ad alimentare i termovalorizzatori contribuendo alla produzione di energia elettrica e, oltre ad essere per ciò solo una fonte di reddito, viene pure corredata di un cospicuo "indennizzo" in denaro! A Messina immondizia non potrebbe arrivarne perchè non sapremmo che farcene, ma molti altri comuni anche siciliani ne hanno fatto richiesta. Un motivo ci sarà...

12/1/08 16:07  
Blogger Franca said...

Bisognerebbe ricordare che la situazione odierna della Campania deriva anche (ho scritto anche) dal fatto che alcune Regioni del nord hanno smaltito lì di tutto e di più anche in discariche illegali grazie ad appalti non proprio cristallini.
Oggi il problema c’è ed è, secondo me, di TUTTI per due motivi:
1) Un po’ di solidarietà tra cittadini italiani non guasterebbe
2) I costi di smaltimento in Germania li paghiamo comunque tutti.

Per quanto riguarda il Consigliere del PRC le ipotesi che faccio sono due: o è impazzito o ha sbagliato partito!

12/1/08 17:27  
Anonymous Anonimo said...

Attenzione compà che state cadendo nella trappola politico giornalistica orchestrata dal PD (Pino Battaglia) e WALTER l'americano.
Conoscete Lucio Conte? Non credo.
Beh Lucio Conte, viene chiamato con nome dai Rom, siede nelle loro case, ci divide il pane e beve la loro grappa, partecipa alle loro feste e matrimoni.
Lucio Conte ha impedito decine di sgomberi, ultimo quello di Casilino 900 pochi giorni fa, voluto proprio dal PD.
Lucio Conte ha costruito progetti concreti di solidarietà, possibilità di lavoro e scolarizzazione per la comunità Rom.
Lucio Conte ha chiesto continuamente fondi e iniziative concrete al Comune senza avere soluzioni.

Quello che c'è sotto a questa storia è l'eliminazione di un soggetto scomodo per i poteri forti.
Quello su cui ha sbagliato è fidarsi dei suoi alleati. Accollandosi la responsabilità nei confronti dei cittadini di un problema reale di convivenza ha commesso l'ingenuità politica di mettersi in pasto agli sciacalli proponendo pragmaticamente di ritornare alla concezione precedente del servizio di scuolabus (fino allo scorso anno separato e ora non più solo per risparmiare soldi, altro che integrazione) come già hanno fatto diversi municipi tra l'altro per investire concretamente in progetti di intercultura all'interno delle scuole.

Chi come la Coscia, la Milano e il caro Walter l'americano creano esclusione e apartheid ogni giorno con provvedimenti ipocriti, sgomberi e mega campi ghetto, accanimento contro lava vetri e ambulati, terrorismo mediatico, non si può permettere di accusare un compagno come Lucio Conte di razzismo.

Chi ci guadagna in questa storia è uno come il consigliere Pino Battaglia (PD) che ha orchestrato tutta l'operazione per eliminare un fermo ostacolo ai numerosi esempi di speculazione fondiaria che deve portare a compimento nel VII municipio.

Chi ci perde è quel partito di merda che il compagno Lucio Conte si ostina a tutelare pur avendo ricevuto un clamoroso scaricamento dal suo segretario.

Massima solidarietà al compagno Lucio Conte e massima opposizione al PD.

13/1/08 03:35  
Blogger Gianfranco said...

Anonimo: io ho potuto osservare che certamente non si tratta di una persona lontana dal mondo dei Rom, e il beneficio del dubbio lo concedo pur rammaricandomi. Sta di fatto che, complotto o meno, l'uscita del consigliere è veramente imbarazzante. Lui stesso si è difeso dicendo "preferisco fare un passo indietro per farne poi due avanti", ma separare i pullman dei bambini mi sembra qualcosa molto più pesante di un semplice passo indietro. Poi, resta inteso, una seconda possibilità non si nega a nessuno...

13/1/08 07:46  
Blogger guccia said...

1) Evviva la solidarietà.
2) Bisognerebbe informarsi prima d'incazzarsi.
3) Conoscendo un pò la situazione a Roma non fatico a credere all'anonimo e... tiro un sospiro di sollievo.
Il problema della gestione dei campi nomadi, comunque, a Roma è gravissima. Conosco chi se ne occupa per puro spirito di solidarietà e so quanto la giunta non faccia che peggiorare la situazione e distruggere il lavoro dei volontari.

13/1/08 09:31  
Blogger Finazio said...

Quello di Conte è stato un autogol clamoroso. Per il resto, che i gruppetti armati disponibili a far casino alla minima occasione derivino tutti da precise correnti politiche è nei fatti delle cose.

14/1/08 13:42  
Anonymous Anonimo said...

Lucio Conte è quello che ha votato no alla riqualificazione del sottopassaggio di centocelle covo di delinuenti con la motivazione:"dove dormiranno i barboni?"...cosa significa fare politica? ai posteri l'ardua sentenza..

15/1/08 00:27  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home