venerdì 27 luglio 2007

Ho appena terminato di leggere La spada di Glauco Silvestri. Il libro mi era stato recapitato dall'autore al termine di una semicompetizione tra blogghers, a titolo di premio per la (im)meritata vittoria. Cominciamo dai dati tecnici: il libro, edito da Boopen, si presenta protetto da una copertina bianca morbida semplice ed essenziale che reca con sè il nome dell'autore, il titolo del racconto e una elaborazione fotografica raffigurante il maestro di spada Flavio Piccioni. Sulla quarta di copertina troviamo una breve biografia dell'autore, l'abstract del racconto e un giudizio sintetico a firma di Antonio Dini. Centocinquanta pagine per la modica cifra di dieci euro.
La storia può definirsi un fantasy con ambientazione reale, come lo stesso autore mi ha suggerito. Il racconto ruota attorno alle vicende di quattro personaggi: Hrabik, Lia, Tukom e Jona. Per evitare di svelare particolari che sarebbe meglio riservare alla lettura, preferisco pubblicare l'abstract redatto dallo stesso Glauco Silvestri:

I tempi sono maturi per il conflitto finale. Da esso dipenderanno le sorti dell'intera umanità. Lo spirito di guerrieri ancestrali, addormentato nei corpi di persone comuni, si risvegliano al richiamo del conflitto. E' tempo di riprendere le armi. La loro forza è nelle loro spade. Spade che possiedono i poteri degli elementi. Acqua, Terra, Aria, Fuoco. Basteranno queste energie a difendere i deboli?

Arriviamo dunque al momento topico: il verdetto :).
Cosa mi è piaciuto: La trama è interessante e mai banale nonostante io non sia un amante del genere. Credo addirittura che questo sia stato il mio battesimo alla lettura di un racconto fantasy. I personaggi sono ben costruiti. Positiva (ma vedi i cosa non mi è piaciuto) la voglia che rimane di un La spada II, per scoprire la sorte dei personaggi rimasta in sospeso. Finale imprevedibile. Si intravede una costruzione piacevolmente cinematografica, forse anche per la ricchezza di dettagli che accompagna ogni scena: è un libro che si vede.

Cosa non mi è piaciuto: L'impaginazione poteva essere più curata, al primo impatto fa molto effetto manoscritto. L'indice è mal realizzato: il capitolo 2 viene dopo il 19; dopo l'1 viene il 10... ci voleva qualche attenzione in più. Diversi sono gli errori di battitura che andrebbero eliminati prima di consegnare un testo per la stampa. Il finale non soddisfa, a meno di non sapere che presto avrà luce il seguito di La spada :).

Nel complesso giudico positivamente il racconto che certamente merita il prezzo di copertina. Credo in ogni caso che ci siano ampi margini di miglioramento, e aspetto di poter leggere l'ultima fatica dell'autore, 31 ottobre, in fase di pubblicazione. La spada è in vendita qui.

Un ultimo cenno deve essere riservato a una piacevole riflessione. Non si può trascurare l'aspetto più umano e romantico di tutta la vicenda: frequentazioni reciproche tra bloggers, discussioni accese, innumerrevoli confronti: la magia del web 2.0 che ci rende tutti un po' più vicini, ci dona la possibilità di pubblicare anche se non siamo amici della Mondadori, di farci conoscere e permettere la condivisione di preziose esperienze che altrimenti resterebbero a marcire di solitudine...
Grazie a Glauco per la generosità e la passione con la quale ha organizzato tutto. A rileggerci presto!


5 Comments:

Blogger Gloutchov said...

Grazie per la recensione. E grazie per il giudizio. Mi scuso per gli errori trovati nel testo e per l'indice... (uff, devo imparare ad usare quel maledetto word, che insiste a ordinare i numeri come fossero testi alfanumerici... grr... ma è una mia pecca!).

La Spada 2? Non so, chissà, forse, boh!

:)

27/7/07 12:13  
Blogger guccia said...

Sì, un grazie a Glauco anche da parte mia, che poi ci segnala sempre i concorsi e le iniziative editoriali interessanti.
Credo che anch'io, pur non essendo per niente amante del genere, potrei scoprirlo con quel libro.

27/7/07 17:45  
Blogger luigi said...

da appassionato del genere fantasy leggerò il libro presato dal dottore (scusa glaucho se non ti faccio guadagnare) e commenterò...

29/7/07 10:16  
Anonymous pulvigiu said...

Di Glauco ho avuto l'occasione di leggere (Sogno di capitano)
Un racconto che mi è piaciuto tantissimo.

Non mancherà di leggere (la spada)
dalla tua recensione deduco che sia un'altro bel racconto.

Un saluto da pulvigiu.

25/8/07 09:24  
Blogger Gianfranco said...

Non te ne pentirai, Pulvigiu!

25/8/07 09:34  

Posta un commento

<< Home