giovedì 7 giugno 2007

...e comunque non fa niente. Non fa niente perchè il granello di sabbia non scalfisce la montagna, così come la goccia d'acqua non ingrassa il fiume. Senza quella goccia d'acqua forse però la coccinella sospesa sul filo della corrente, abbracciata a uno stelo precario non sarebbe risucchiata dai vortici. E senza quel granello di sabbia quella frana invisibile e insignificante all'uomo non sarebbe piombata sulla formica. Piccoli traumi, insignificanti eppure così profondi. Appunti scarabocchiati a fondo su carta leggera, che segnano il secondo foglio del taccuino di trasparente. Facili da dimenticare, quasi indolore, eppure così presenti, così profondamente esistenti... serena notte...

4 Comments:

Blogger guccia said...

Se scrivi cose come questa ad una persona che se si trova un insetto in casa lo ripone gentilmente in una scatolina e lo appoggia delicatamente sul davanzale per farlo volare tranquillamente fuori dalla finestra, fosse anche una zanzara, gli scombini il cuore.

8/6/07 15:16  
Blogger Galadriel said...

ritornerò ;)

8/6/07 18:55  
Blogger Gianfranco said...

Guccia, pensa che convivo con un nido di vespe nello studio: me le trovo accnato mentre sono sui libri e apro loro la porta quando sbattono sui vetri per uscire :)

Galadriel, poichè il tono non mi sembre minaccioso... grazie! :)

9/6/07 07:16  
Anonymous cristina said...

in bocca al lupo per domani...ops...oggi
tua vita, mia vita. gianfry
cri

11/6/07 00:18  

Posta un commento

<< Home