sabato 9 giugno 2007

Avvolto da un silenzio estivo che non è silenzio, quasi libero dai libri per questa sera, e tanta, tanta voglia di ricordare la giornata di ieri. Perchè a volte vivere certi momenti assume un significato molto più profondo di quello che ci si sarebbe aspettato nel solo immaginare. E non importa se il trio feminò azzarà gangemi è riuscito a sfocare novecento mega di foto tanto da lasciare superstiti solo una trentina di trecento scatti. Non importa perchè certi momenti imprimono carne e mente molto più di quanto si possa imprimere una pellicola o un sensore CCT. Già in mattinata il Dottore mi esortava a pubblicare un post-resoconto, ma grandi difficoltà incontro in questa stesura, perchè è difficile raccontare un momento così profondamente spirituale, come è complesso descrivere qui le emozioni generate dall' aver potuto vivere il momento affiancato dalle persone più care, dalle voci alle quali solitamente mi accompagno, dai corpi dei presenti e dai pensieri percepibili di quanti non hanno potuto partecipare in carne e ossa. Riuscirei a raccontare forse dei vostri doni, ma non sarebbe forse sminuire il significato di un momento così appassionatamente vissuto? E' vero dunque, da oggi mi accompagneranno una stazione metereologica desiderata da anni, un favoloso iPod nano, l'orologio del quale avevo tremendamente bisogno, un romanticissimo portaluce, l'inarrivabile Tivoli Audio Model One. E' vero dinque, mai ho ricevuto tanto di valore in una sola sera. Tuttavia mai come in questa occasione ho potuto capire che una preghiera, un abbraccio, un pensiero, una pacca sulla spalla possono valere molto, molto di più che tutto ciò che al mondo si trova. E staccarsi da tutta questa ricchezza per qualche istante mi permette di vedermi a voi avvinghiato, alle persone che amo, alle persone che spero di poter avere con me ogni volta che avrò da muovere un passo significativo. Grazie di cuore, la mia ricchezza è l'importanza della quale vi rivesto...

E mi piace pensare che davanti a noi è preparata una mensa, sotto gli occhi dei nostri nemici...

4 Comments:

Anonymous vale said...

Che serata... un'emozione indescrivibile!! Grazie tesoro mio :* :)

9/6/07 23:39  
Blogger Galadriel said...

che belle queste giornate ;)

10/6/07 09:42  
Blogger luigi said...

tesoro suo...mi sa che sei davvero ricco come lo sono io...nella seconda foto è raccolta la tua recente vita di cui noi ci onoriamo. La cosa più strana dotore è che gli amici tuoi si sentono fra di loro tutti amici e peccato che non ci fossi nella mia macchina mentre venivamo da te...eravamo in cinque e sembrava fossimo utti cresciuti insieme, anche bat era una collega che ogni giorno vediamo e lezione, che soffre con noi per la pesantezza di amministrativo e ride delle esperienze gay del buon gianpaolo. Dottore cinque anni...una vita...due primi maggi...che importano le volte che si vede ma è la bellezza dei momenti,degli istanti, dei battiti a segnare inesorabilmente il nostro essere UNO in tutti esopratutto in tutto...

10/6/07 12:33  
Blogger Gianfranco said...

Dottore... due anni di blog non valgono il tuo intervento...

10/6/07 13:12  

Posta un commento

<< Home