mercoledì 13 settembre 2006

Ci sono dei visi che ti toccano prima che tu li possa accarezzare. Accosti la mano, con timidezza, come si accarezza il viso della persona dalla quale dipendi, e ti accorgi che è diverso, che non hai bisogno di percepire una pelle liscia, calda... perchè un attimo prima che giunga il contatto la realtà si interrompe, subentra uno strano magnetismo, una gravità sui generis: è come se la tua mano si accontentasse di orbitare, in silenzio, accontentandosi di quel contatto etereo. Perchè la mano che amministri si scopre indegna. Subentrano così i pensieri, e sono questi. Gentili quanto inutili. Deboli quanto inappariscenti. Ma presenti, perchè animati da sensazioni che sono sentimenti...

4 Comments:

Anonymous vale said...

che meraviglia... :)

13/9/06 21:53  
Anonymous Anonimo said...

quanto sei mieloso

15/9/06 22:05  
Anonymous Anonimo said...

deprimi

15/9/06 22:05  
Anonymous Anonimo said...

quanto sei noioso!!!ma moana che fine ha fatto?!

17/9/06 00:11  

Posta un commento

<< Home