domenica 14 maggio 2006

Voleva solo correre sulle moto, in pista, da professionista. E l'ho visto crescere, determinato, sfrecciare su ogni sorta di veicolo a due ruote, l'ho visto partecipare a qualche gara, finire sulle riviste del settore in qualità di astro nascente, l'ho visto divertirsi e fare di quella passione la sua vita. Poi l'ho rivisto, e l'ho rivisto su un camion, un mezzo ben agghindato, col nome, e il numero che non si sa a cosa possa servire... adesso trasporta frutta, e si consola credendo "tanto sotto il culo ho sempre un motore importante...". Non chiedetemi come certe cose possano accadere, e non chiedetemi neanche se ho rivisto in lui un po' di gioia negli occhi... perchè certamente risponderei di si. E allora? Niente, solo un attimo di sconcerto... e il fascino di una vita che fortunatamente non può prevedersi, non può imbrigliarsi, non può...

2 Comments:

Anonymous maria rosaria said...

regali uomo?regali ragazzo?.. mamma mia: il tuo blog è un blog maschilista!!!Cmq ultimamente non ci sto capendo più nulla, ma forse sarà che costituzionale mi sta succhiando via quel poco di linfa cerebrale che mi era rimasta!!!

15/5/06 18:46  
Blogger Gianfranco said...

Cara dottoressa, tutto posso accettare... ma che il mio blog sia maschilista... W l'altra metà del cielo, anzi, tutto il cielo...

15/5/06 20:57  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home