lunedì 8 maggio 2006

La metafora di un quinquennio abbondante ha trovato la sua degna inaspettata conclusione sulle pagine di un quaderno, esposto al pubblico... un po' come una cerimonia di purificazione, come un tornare fuori, tra voi...
E lasciatemi con la mia voglia di sorridere, perchè sorridere è ritrovare un'emozione che avevamo perso e non aver paura di pubblicarla sulla nostra home page personale... il viso... 

1 Comments:

Anonymous bat said...

Faccio mie le tue parole anche se so che lo sono già e lo sono sempre.Le tue emozioni sono già e ormai nostre come il tempo che è stato, è e, con gioia inesprimibile, verrà.Nostro.Anche il tempo inafferrabile.

9/5/06 09:25  

Posta un commento

<< Home