mercoledì 1 marzo 2006

Voi ricordate le notte più bella della vostra vita? Io si. Scommetto che se la risposta è positiva anche per voi, certamente non eravate da soli. Io infatti non ero solo. Ognuno dei momenti più belli della nostra vita (una notte, un giorno, un viaggio, un esame, una chiacchierata...) reca con se due volti. Il primo triste, perchè è duro cercare di digerire il fatto che possa esservi un momento eccezionale, il momento più bello, e che questo possa durare solo qualche istante a fronte delle migliaia di ore che sorreggono la nostra vita; il secondo invece è quanto di più conforme alla natura dell'uomo, ed è connotato da un forte alone di speranza: è quel volto che ti fa credere che potrà arrivare una notte ancora più memorabile, della quale potrai altrettanto ricordare gli odori, i sapori, il calore, le esperienze tattili, i pensieri, il desiderio che non vi fosse una fine... Io non so dire se questo secondo aspetto è fallace, ma la mia metà pessimista suggerisce di si: nel momento in cui un'istante diventa "il più bello", ha già conquistato il suo posto d'onore, e quel posto hanno conquistato odori, sapori, respiri... arriveranno altri sapori a spogliare quell'istante del trono? Io non lo so dire. So però cantare la mia speranza: che gli stessi odori, gli stessi sapori, le stesse emozioni possano riproporsi uguali ma cresciute, uguali ma più mature, uguali ma metabolizzate da anni di attesa, anni di speranza. Rivivrò quella notte? Io non lo so dire, ma, fin quando avrò la forza di alzarmi da un letto che non è quello dei ricordi e delle speranze, intatto resterà il desiderio di terminare la giornata nello stesso letto dei ricordi e delle speranze... buonanotte...

8 Comments:

Blogger luigi said...

vogliamo i particolari

2/3/06 09:10  
Anonymous lau said...

mi associo!

2/3/06 11:06  
Blogger Gianfranco said...

Aspettate che dopo ve li fornisco... non andate via mi raccomando!! Aspettate!!! Si ancora un po'!!! Si adesso ve li fornisco...

2/3/06 15:58  
Anonymous lau said...

non ci sfuggirai facilmente!e che siano ben dettagliati questi particolari,mi raccomando...soprattutto l'identità della fortunata!

2/3/06 17:20  
Blogger Gianfranco said...

Si aspetta che ora ti mando la fotocopia della sua carta di identità... aspetta mi raccomando...

2/3/06 17:25  
Anonymous bat said...

eh bravo francuzzo!Parli di qualcosa che già so o è vebuto il momento di "scoprire gli altarini"?

6/3/06 10:36  
Anonymous bat said...

Ti voglio bene francuzzo. Te ne vorrò sempre. Auguro a tutti, dal profondo del cuore, che un giorno, spero il più vicino possibile, qualora non vi sia ancora successo, vi accarezzino la stessa dolcezza, la stessa tenerezza e la stessa perfetta semplicità di un legame che va oltre l'amicizia, oltre l'amore,fatto dell'istantaneità dei momenti, dell'eternità dei ricordi, della fisicità della presenza anche a distanza e che per questa stessa natura si fortifica ad ogni sbavatura, ad ogni derragliamento. Ve lo auguro, col cuore lo spero per voi.L'ho provato sulla mia pelle e lo provo ogni giorno.E' la mia essenza. Che sia anche la vostra e capirete perchè si vive e perchè non si può vivere solo di se stessi. Grazie di esistere francuzzo.

7/3/06 10:58  
Blogger Gianfranco said...

credo di non aver nulla da aggiungere, se non associarmi all'augurio... per il resto tanto vale tacere, sei stata fin troppo chiara...

7/3/06 11:07  

Posta un commento

<< Home