lunedì 2 gennaio 2006

Tante volte in queste pagine mi sono trovato a elogiare, ad evidenziare la meravigliosità di certi aspetti della vita, di tutto ciò che è vita... oggi non posso che ripetermi, perchè dopo ore di fatica, sforzandomi (ma neanche tanto) di mantenere sincero il mio sorriso, stringendo i denti per il dolore, contanto mille volte dieci.. dopo tutto questo bastano un sms e una mail a commuovermi, a muovermi dentro... ma non è di questi casi specifici che voglio tenere per me, facendo trionfare anche questa sera il pudore.. è un'altra la riflessione che corre oggi... dicevo "un sms e una mail".. e penso che sono due formidabili mezzi di comunicazione, penso che l'essere umano sia flusso comunicativo, che non sempre riesce a giungere dove desidera... mail e sms sono un grosso aiuto.. Spesso demonizziamo tutta questa tecnologia, ci appare fredda, complicata, inutile... io penso che oggi, senza questa tecnologia, avrei qualche amico in meno, e la mia vita sarebbe diversa... per questo amo la tastiera che sopporta il peso delle mie mani.. non perchè sia un oggetto, ma perchè sa proiettare me, flusso comunicativo, nella dimensione delle persone che amo, che stimo, che ammiro... oggi non potrei farne a meno, oggi non potrei fare a meno di molti di voi... e allora grazie a voi, e grazie a tutti i tasti del mondo...
Vi voglio bene... e ciò che non è scritto non è più un mordersi le dita, ma un vivere intimamente sensazioni che, queste si, sarebbero sciupate dalla tastiera... buonanotte...

2 Comments:

Blogger luigi said...

speriamo di non sembrare due gay...mi onoro per le tue parole di stima e di affetto.Dovete sapere, cari lettori che la frequentazione del dottor briguglio ha avuto molti influssi su di me, tra cui, oltre al diabete,una ritrovata fiducia negli altri , la riscoperta dell' amicizia , il piacere nonchè la gioia di poter passare del tempo con qualcuno parlando senza paura di giudizi, nonchè un ritrovato ardimento politico che si era sopito da tempo. Oltre a te però questo 2005 mi ha permesso di riscoprire tre "paesanotte" (citazione d' obbligo) eccezzionali che ogni fine settimana partendo dalla nostra bella messina la impoveriscono, di loro apprezzo la purezza, dote oggi introvabile, nonchè la disponibilità e sensibilità(ricordo un viaggio in treno in 8 nello stesso scompartimeto).ps sando con lo zopp o ho cominciato a zoppicare quindi buon diabete...

2/1/06 23:03  
Blogger Gianfranco said...

Semplicemente senza parole... e onorato... non aggiungo altro per motivi diabetici e per non dire qualcosa che alla luce di quanto scritto sarebbe superflua... sulle "paesanotte" sottoscrivo, ma questo si sa.. a parte l'ammucchiata sul treno, alla quale non partecipai... maialoni.. :)

2/1/06 23:09  

Posta un commento

<< Home