martedì 17 gennaio 2006

I sogni non esistono per essere realizzati, i desideri forse si. E allora giusto qualche riga per mettere al corrente i pochi ma buoni lettori di questo blog. Nella serata di ieri, assieme ad altri tre promettenti giovani concittadini, che invito a presentarsi sulle pagine di questo blog, ho assistito al concepimento di quella che credo possa divenire quantomeno una realtà interessante. Delle prospettive ho parlato qualche settimana fa, ora lascio umilmente la parola, sperando che questi la raccolga, al collega (vorrei dire compagno, ma evito a scanso di equivoci) che, illuminandoci dall'alto della sua cultura, potrà illustrare con dovizia di particolari le ragioni di una scelta, da lui stesso promossa e adottata all'unanimità dai presenti, soprattutto in merito alla denominazione che questa giovane realtà ha deciso di accogliere. Il concepimento è avvenuto, nasceranno "I Camiciotti". A lei la parola, Erudito... attendiamo tutti un suo commento.
Mi scuso per il cripticismo di questo post, ma verrete presto illuminati dalla persona che in questo momento, oltre ad essere certamente animata dal mio stesso desiderio, ha la possibilità di spiegare con maggiore chiarezza molti dei dettagli che a me sfuggirebbero. Intanto io lavoro sul logo, ho sguinzagliato i creativi...
Devotamente...

2 Comments:

Blogger luigi said...

Accolgo umilmente l' invito.I camiciotti erano i piccioti messinesi cosi appellati per le loro larghe camicie. questi eroi preferirono gettarsi nel pozzo della maddalena piuttosto che cedere al giogo del tiranno che spinse la bella messina il primo settembre 1847 a ribellarsi!
umilmente il nostro idealle è quello di non cedere a nessuna lusinga e di mantenere viva la nostra mente per il bene della città che, come è ormai notorio,amo.
ps il pozzo era situato nel convento omonimo che sorgeva dove oggi si innalza la casa dello studente che infatti è incastonata tra le vie Maddalena e via Dei Camiciotti.

17/1/06 21:20  
Blogger Gianfranco said...

Onorato delle sue spiegazioni...
SEMPRE LIBERTA'.
Dalla sua bocca gradiremmo anche sentire la spiegazione delle parole GRAN MIRCI MESSINA!, e, dal cuore, Gran Mirci, o Messina... :')

17/1/06 21:37  

Posta un commento

<< Home